Territorio

10/04/2024

Fedez rivela: “Mi sono tagliato le vene per uccidermi” Su Ferragni: “3 anni duri, non abbiamo retto”

CONDIVIDI

Fedez: “Mi sono tagliato le vene per uccidermi” Su Ferragni: “3 anni difficili, non abbiamo retto”

Fedez ha parlato dei sui ultimi anni difficili durante un’intervista a “Belve”, commuovendosi e lasciando trapelare emozioni sincere riguardo alla crisi del matrimonio con Chiara Ferragni.

Il rapper ha espresso  la sua frustrazione riguardo alle voci diffuse, incluse accuse di strumentalizzazione della malattia e tradimenti.

Pur riconoscendo le difficoltà, ribadisce il rispetto e l’affetto per Chiara, soprattutto in quanto madre dei suoi figli. 

Fedez ha anche condiviso esperienze personali riguardanti l’infanzia difficile, il tentato suicidio e il superamento della droga.

“Non volevo piangere… Intorno alle nostre figure c’è sempre dietrologia, come se tutto fosse frutto di un calcolo. C’è anche chi è arrivato a dire che io abbia strumentalizzato la mia malattia e ci abbia guadagnato”, ha detto il rapper, poi ha aggiunto: “In questo momento si parla di tradimenti, si parla di una ragazza con cui avrei avuto un rapporto. Mi stupisce la leggerezza con cui si dicono certe cose senza nessuna verifica. E’ legittimo dire una cosa del genere senza nessuna prova? Comprendo l’ossessione e l’esposizione mediatica, ma questa non può essere una giustificazione. Andiamo oltre…”, dice l’artista. “Comunque vada, Chiara sarà sempre la mamma dei miei figli e sarà la donna più importante della mia vita indipendentemente dal fatto che l’amore possa andare avanti o meno. Spero che il clima si possa distendere per il bene dei nostri figli”.

“Cosa mi ha legato molto a mia moglie? Onesto? Il sesso. La connessione che avevo… ho… raramente l’ho sperimentata. Mia moglie professionalmente mi ha insegnato che a volte bisogna dire di no. Io dico sempre sì, da povero arricchito. Quando mi hanno proposto di fare X Factor, nessun rapper era disposto a fare tv: ‘mi danno un sacco di soldi, perché dovrei dire no?’. Ho cercato di farle aprire gli occhi su persone che aveva accanto. A volte ci sono riuscito, a volte no. L’unico progetto che ci ha coinvolto insieme è la serie ” The Ferragnez”. “Per il resto, si è trattato di compartimenti stagni”.

Poi, sul caso Balocco:

“Ho scoperto la vicenda quando è uscito tutto e non l’ho presa benissimo. Io ho una fondazione che è stata controllata dalla testa ai piedi. Non voglio entrare nel merito della vicenda giudiziaria, ma voglio dire una cosa su Chiara. Ho sempre voluto difenderla. E’ giusto che io mi sia preso la m… per questa vicenda, abbiamo scelto di essere The Ferragnez… Mi ha fatto star male, in questa situazione, l’impossibilità di rispondere di qualcosa che non ho commesso. Per rispondere, dovevo aspettare che un’altra persona gestisse tutto. Io mi sarei difeso da subito, avrei fatto cose completamente diverse. Ma non è stata questa la ragione per cui è finito il matrimonio, pur avendo contribuito a creare un clima pesante. Chiara poteva gestire meglio la situazione, tutti vedono la cattiva fede: io sono sicuro che non ci sia cattiva fede. Lei ha scelto di prendersi tutte le responsabilità, lei poteva e doveva spiegare che le responsabilità non sono tutte sue. Anche dei manager? Di un manager, uno solo”.

Quindi ha parlato dell’infanzia difficile e dell’adolescenza a Rozzano: “Vengo da un luogo in cui esiste l’omologazione di periferia, ci sono canoni da rispettare. Non tutte le persone che vengono dalla strada sono fatte per la strada: c’è chi è preda e chi è predatore, io ero la preda. Impari a farti rispettare ma ti picchiano lo stesso. Ne ho prese abbastanza”.

Sulla droga: “E’ durata un anno, poi ho smesso perché a 18 anni ho tentato il suicidio tagliandomi le vene. E’ stato facile entrare nella droga e difficile uscirne. Con l’aiuto dei miei genitori e di altre persone l’ho superato, per me è qualcosa che è successo 10 vite fa”.

Infine sulla chiusura del podcast Muschio Selvaggio, creato con Luis Sal

“Mi manca Luis Sal? No, sono successe cose spiacevoli per cui ci sono rimasto male. Anche Chiara ci è rimasta male. E’ una persona a cui ho voluto tanto, tanto bene, sinceramente. Non so se dall’altra parte sia successo lo stesso. In futuro dovrò imparare a stare da solo, finora non ho imparato a farlo”.

 

 

23/05/2024 

Politica

32 anni fa la strage di Capaci. Il ministro Piantedosi a Palermo: “Onore a chi ha sacrificato la vita contro la mafia”

32 anni fa la strage di Capaci. Il ministro Piantedosi a Palermo: “Onore a chi ha […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Alle porte di Milano il Festival della Carbonara “a regola d’arte” – Per 2 giorni capitale della cucina romana: l’evento

Alle porte di Milano il “Festival della Carbonara” – Per 2 giorni capitale della cucina romana: […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Sport

Gasperini , attacco a Inter e Juventus dopo la vittoria: “Altro che conti in disordine o Superlega..”

Gasperini, attacco a Inter e Juventus dopo la vittoria: “Altro che conti in disordine o Superlega..” […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Milano – Aggressioni e spaccio in via Gola: fermati 12 maghrebini

Milano – Aggressioni e spaccio in via Gola: fermati 12 maghrebini La Polizia di Stato, coordinata […]

leggi tutto...

22/05/2024 

Territorio

La stampa 3D sta trasformando la produzione di Jet privati – Una rivoluzione nell’industria aeronautica

La stampa 3D sta trasformando la produzione di Jet privati – Rivoluzione nell’industria aeronautica L’industria aeronautica […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Sport

Capolavoro Atalanta – La squadra lombarda sul tetto d’Europa, entra nella storia: Lookman divino

Capolavoro Atalanta – La squadra lombarda sul tetto d’Europa: Lookman divino L’Atalanta entra nella storia vincendo […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy