Territorio

18/01/2024

Milano – Impagniatiello dopo aver ucciso la compagna incinta si scusa in lacrime. Rabbia della sorella “Hai ucciso barbaramente, provo ribrezzo”

CONDIVIDI

Milano – Impagniatiello dopo aver ucciso la compagna si scusa in lacrime. Rabbia della sorella “Hai ucciso barbaramente, provo ribrezzo”

Il processo ad Alessandro Impagnatiello, ex barista imputato per l’omicidio di Giulia Tramontano, incinta al settimo mese, ha avuto la sua prima udienza a Milano il 18 gennaio 2024.

Durante l’udienza, Impagnatiello si è scusato con la famiglia della vittima, dichiarando di non vivere più dal giorno del delitto. Ma i familiari di Giulia, tra cui la sorella Chiara, hanno respinto le scuse, sottolineando la brutalità dell’atto commesso.

L’avvocato di Impagnatiello ha sottolineato che le scuse sono partite direttamente da lui. L’ex barista si è dichiarato sgomento e in profondo stato di dolore. La famiglia di Giulia ha lasciato l’aula quando Impagnatiello ha iniziato a parlare, definendo le sue parole troppo pesanti.

La sorella di Giulia ha risposto alle sue parole su Instagram, affermando che Impagnatiello non ha il diritto di pronunciare il nome di Giulia e del bambino Thiago, che ha ucciso brutalmente. Nonostante il pentimento dichiarato, la famiglia ha evidenziato che le scuse giungono a distanza di sette mesi dall’omicidio.

“Puoi chiedere scusa se per errore hai urtato lo specchietto della mia auto. NON PUOI chiedere scusa se hai avvelenato e ucciso mia sorella e mio nipote, prendendoci in giro e deridendone la sua figura. – scrive la sorella di Giulia – ” NON HAI DIRITTO a pronunciare, invocare o pensare a Giulia e Thiago DOPO AVERLI UCCISI BARBARAMENTE meriti di svegliarti ogni giorno IN GALERA ripensando a ciò che hai fatto e provando RIBREZZO PER TE STESSO”.

Durante l’udienza, Impagnatiello ha pianto e si è asciugato le lacrime con un fazzoletto bianco. L’udienza è stata spostata nella maxiaula della prima corte d’assise d’appello dopo l’intervento del presidente del tribunale, Fabio Roia. La Corte ha respinto la richiesta di alcune parti civili di costituirsi nel processo. Non sono state consentite riprese audio e video del processo, nonostante l’interesse pubblico.

 

 

25/02/2024 

Eventi a Milano: “Note di celluloide”, un grande viaggio fra cinema e musica con il capolavoro di Spielberg – L’evento

Eventi a Milano: “Note di celluloide”, un grande viaggio fra cinema e musica con il capolavoro […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Territorio

Rapper e trapper: da Rovazzi a Fedez sono tutti senza diploma. E sono gli idoli degli adolescenti. Lo Studio

Rapper e trapper: da Rovazzi a Fedez sono tutti senza diploma. E sono gli idoli degli […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Territorio

A Milano il Paradiso del vintage e dell’antiquariato – Sui Navigli la più grande manifestazione in Italia

A Milano il Paradiso del vintage e dell’antiquariato – Torna il “Mercatone” sui Navigli INFO Torna […]

leggi tutto...

23/02/2024 

Territorio

Continua la Milano Fashion Week “Come Parigi”: 100 mila presenti e i numeri continuano a crescere

Continua la Milano Fashion Week “Come Parigi”: 100 mila presenti e i numeri continuano a crescere […]

leggi tutto...

23/02/2024 

Territorio

Fedez- Ferragni, ora è davvero finita – Chiara contatta l’avvocato divorzista

Fedez- Ferragni, ora è davvero finita – Chiara contatta l’avvocato divorzista Dopo cinque anni di matrimonio […]

leggi tutto...

22/02/2024 

Fedez lascia Chiara Ferragni e la casa a City Life: la rottura

Fedez lascia Chiara Ferragni e la casa a City Life: la rottura La relazione tra Chiara […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy