Territorio

24/10/2023

Milano è memoria. Scoperto il cippo dedicato agli eroi del 1956

CONDIVIDI

Milano è memoria. Scoperto il cippo dedicato agli eroi del 1956

Si è svolta la cerimonia di scoprimento del cippo dedicato agli eroi della rivoluzione ungherese del 1956, alla presenza dell’assessore al Bilancio e Patrimonio, Emmanuel Conte, del Console Generale di Ungheria, Jenő Csiszár, del presidente emerito del Parlamento ungherese, Katalin Szili, del presidente del Municipio 4, Stefano Bianco.

La realizzazione del monumento, collocato nel giardino di viale Ungheria all’angolo con via Mecenate, è stata proposta dal Consolato Generale di Ungheria e l’Amministrazione comunale vi ha aderito, promuovendo l’iniziativa nell’ambito del programma di “Milano è memoria”.

Il cippo, opera dello scultore ungherese Tibor Túri Török, raffigura un momento vittorioso della rivolta e fissa il ricordo del Comune di Milano insieme al Consolato Generale di Ungheria nella scritta: “Nel viale dedicato alla loro patria il sacrificio e il coraggio degli eroi ungheresi insorti durante la rivoluzione del 1956”.

“Proprio nel giorno, il 23 ottobre, in cui iniziò quella rivoluzione, 67 anni dopo inauguriamo questo cippo, a ulteriore conferma della volontà dell’Amministrazione comunale – ha detto Conte – che nel 1960 volle nominare questa strada viale Ungheria, come esplicito richiamo al coraggio dimostrato dal popolo ungherese nel 1956. È quanto mai importante trasmettere la memoria di quei fatti, del coraggio e della dedizione di un popolo che si oppose a una invasione militare in nome della libertà e della democrazia. Purtroppo, la cronaca e la storia degli ultimi anni ci raccontano quanto attuale sia il monito che viene da quelle giornate tragiche, che hanno tuttavia contribuito a costruire e dare nascita alla nostra Europa, democratica e plurale, per la cui costruzione e consolidamento ancora oggi, giorno dopo giorno, ci battiamo”.

La comunità ungherese “arricchisce la vita culturale della città, è molto integrata nel tessuto cittadino ed è costante fonte di scambi culturali”, ha sottolineato Conte. “Quello che l’Ungheria 67 anni fa ha saputo fare nell’autunno del 1956 appartiene ormai al patrimonio più puro dell’umanità. Un popolo quasi inerme che ha saputo dimostrare che la libertà è un bene che nessun prezzo vale a pagare. Motivo per il quale questo evento fa parte del palinsesto milanese di Milano è memoria”.

23/05/2024 

Sport

Gasperini , attacco a Inter e Juventus dopo la vittoria: “Altro che conti in disordine o Superlega..”

Gasperini, attacco a Inter e Juventus dopo la vittoria: “Altro che conti in disordine o Superlega..” […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Cronaca

Milano – Aggressioni e spaccio in via Gola: fermati 12 maghrebini

Milano – Aggressioni e spaccio in via Gola: fermati 12 maghrebini La Polizia di Stato, coordinata […]

leggi tutto...

22/05/2024 

Territorio

La stampa 3D sta trasformando la produzione di Jet privati – Una rivoluzione nell’industria aeronautica

La stampa 3D sta trasformando la produzione di Jet privati – Rivoluzione nell’industria aeronautica L’industria aeronautica […]

leggi tutto...

23/05/2024 

A Milano il primo murale dello street artist “Obey” – L’opera, alta 34 metri, di uno degli artisti urbani più noti al mondo FOTO

A Milano il primo murale dello street artist “Obey” – L’opera, alta 34 metri, di uno […]

leggi tutto...

23/05/2024 

Sport

Capolavoro Atalanta – La squadra lombarda sul tetto d’Europa, entra nella storia: Lookman divino

Capolavoro Atalanta – La squadra lombarda sul tetto d’Europa: Lookman divino L’Atalanta entra nella storia vincendo […]

leggi tutto...

22/05/2024 

Territorio

Milano – Nasce la nuova Metrotranvia Milano-Lambiate: budget approvato. Ecco il progetto

Milano – Nasce la nuova Metrotranvia Milano-Lambiate: budget approvato. Ecco il progetto Il progetto di riqualificazione […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy