Territorio

16/01/2024

Sanremo 2024 – Ecco le canzoni in gara (voti, stroncature e favoriti), da Mahmood ai Negramaro

CONDIVIDI

Sanremo 2024 – Ecco le nuove canzoni in gara (voti, stroncature e favoriti), da Mahmood ai Negramaro

Sanremo 2024: la vittoria dei Måneskin è ormai un lontano ricordo, e la quinta edizione consecutiva sotto la direzione artistica di Amadeus promette un panorama musicale variegato, ma sostanzialmente privo di testi impegnati.

L’analisi dei pre-ascolti dei 30 brani in gara rivela una predominanza di tematiche leggere, con sporadici accenni al neo-femminismo e all’immigrazione.

Il rock, una volta protagonista, sembra essere in secondo piano.  L’amore, soprattutto se raccontato con sfumature malinconiche, è il tema centrale di molte proposte.

Ecco le canzoni in gara. I voti sono una media dei giudizi espressi nelle ultime ore dai critici musicali

  • Clara – “Diamanti grezzi” (5): La vincitrice di Sanremo Giovani presenta un dance pop giovane, ma il giudizio critico suggerisce una mancanza di distinzione.
  • Diodato – “Ti muovi” (6): Il vincitore del 2020 ritorna con una ballad pianistica, ma le aspettative sono incerte su un possibile ritorno al podio.
  • Mahmood – “Tuta gold” (6): Mahmood propone un brano urban superprodotto ambientato in periferia, ottenendo apprezzamenti per l’euforia che ammanta il pezzo.
  • Sangiovanni – “Finiscimi” (4.5): La ballad di Sangiovanni sulle problematiche amorose riceve una valutazione negativa: il suggerimento è staccare la spina all’impianto stereo.
  • Loredana Berté – “Pazza” (7): La veterana Loredana Berté riceve il massimo punteggio con una cavalcata post rock che entusiasma, ma sorge il dubbio sulla resa dal vivo.
  • BNKR44 – “Governo punk” (5): Il gruppo da Sanremo Giovani presenta una rappresentazione di rock and roll con alcune citazioni, ma il titolo rimane l’aspetto migliore.
  • Alessandra Amoroso – “Fino a qui” (6): Amoroso cerca l’approvazione di tutte le età con l’aiuto di Takagi e Ketra, ma il brano non entusiasma i critici.
  • Fred De Palma – “Il cielo non ci vuole” (4): La “tamarrata” danzereccia di De Palma viene criticata, senza ricevere valutazioni positive.
  • Fiorella Mannoia – “Mariposa” (6,5): Mannoia propone una ballad latina sulla libertà delle donne, ricevendo una valutazione  positiva.
  • The Kolors – “Un ragazzo una ragazza” (6): Il gruppo presenta un brano dancefloor ispirato agli anni Settanta, sfruttando l’onda di ItaloDisco, con possibilità di arrivare in zona podio.
  • Emma – “Apnea” (5): Il brano di Emma, Davide Petrella, Paolo Antonacci e Julien Boverod viene descritto come pop contemporaneo che ricorda persino Pupo, senza ricevere l’approvazione dei critici.
  • Santi Francesi – “L’amore in bocca” (6-): I vincitori di X Factor 2022 presentano un pop con testo interpretativo e ambizioni anticonformiste, ricevendo una valutazione neutra.
  • Rose Villain – “Click boom!” (4): La canzone parte come una ballata cupa ma diventa un tormentone danzereccio, ottenendo una valutazione negativa.
  • Negramaro – “Ricominciamo tutto” (6): La prima partecipazione dei Negramaro alla gara Big propone una ballad epica, ottenendo una valutazione positiva ma con incertezza sul potenziale successo vent’anni dopo il loro esordio.
  • Big Mama – “La rabbia non ti basta” (3): Un ritornello che rivendica in modo generico: “Guarda me/ Adesso sono un’altra/ La rabbia non ti basta”.
  • Francesco Renga e Nek – “Pazzo di te” (4): Una ballata pop chitarristica che affronta l’ineluttabilità dell’amore, ma che sembra non convincere completamente: “Sono pazzo di te e non sai come vorrei farne a meno”
  • Ghali – “Casa mia” (5): Ghali propone un urban studiato a tavolino con un testo che contiene grandi verità, ma che viene giudicato con un 5: “Il prato è verde, più verde, più verde/ Il cielo è blu, blu, blu”.
  • Irama – “Tu no” (4): Con una partenza che ricorda Adriano Pappalardo, Irama si esprime con una canzone che esprime il desiderio di riavvicinare qualcuno
  • Angelina Mango – “La noia” (6): Con la collaborazione di Madame e Dardust, Angelina Mango cerca di lasciare il segno con la sua “cumbia della noia”, ottenendo un 6- e programmata per la zona podio.
  • Geolier – “I p’ me, tu p’ te” (5): Con un concetto simile a una canzone di Bob Dylan, ma in chiave urban, Geolier si esprime in napoletano e riceve un 5-.
  • Maninni – “Spettacolare” (5): Un pop al pianoforte con un ritornello catchy sull’importanza di stare insieme, ma giudicato come uno spettacolo non troppo originale. Il voto è 5.
  • La Sad – “Autodistruttivo” (6): Tentando di raccontare il punto di vista di chi vive ai margini, La Sad riceve un 6- e si apre la possibilità che la canzone cresca con ulteriori ascolti.
  • Gazzelle – “Tutto qui” (6): Con un’atmosfera da ballad brit e qualche metafora originale, Gazzelle riceve un 5.5.
  • Annalisa – “Sinceramente” (5): Annalisa presenta un pezzo dance pop furbo, ma giudicato in odor di intelligenza artificiale. Il voto è 5.
  • Alfa – “Vai!” (3): Con una strofa che ricorda gli Oasis, Alfa riceve un 3 e viene incoraggiato sarcasticamente a andare avanti.
  • Il Volo – “Capolavoro” (4.5): I tenorini de Il Volo ritornano all’Ariston con una ballad modesta, ma il titolo “Capolavoro” suscita perplessità, ricevendo un voto di 4.5.
  • Dargen D’Amico – “Onda alta” (7): Tra le poche canzoni che cercano di comunicare qualcosa in più, Dargen D’Amico riceve un voto medio 7.
  • Il Tre – “Fragili” (4): Con un “poppettino” orecchiabile e poco significativo, Il Tre riceve un voto di 4.
  • Mr. Rain – “Due altalene” (4): Mr. Rain propone una pop song semplice. Voto medio: 4.
  • Ricchi e Poveri – “Ma non tutta la vita” (4) I Ricchi e Poveri presentano una quota retro cringe, ma la canzone risulta quasi ingiudicabile secondo la critica.

25/02/2024 

Eventi a Milano: “Note di celluloide”, un grande viaggio fra cinema e musica con il capolavoro di Spielberg – L’evento

Eventi a Milano: “Note di celluloide”, un grande viaggio fra cinema e musica con il capolavoro […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Territorio

Rapper e trapper: da Rovazzi a Fedez sono tutti senza diploma. E sono gli idoli degli adolescenti. Lo Studio

Rapper e trapper: da Rovazzi a Fedez sono tutti senza diploma. E sono gli idoli degli […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Territorio

A Milano il Paradiso del vintage e dell’antiquariato – Sui Navigli la più grande manifestazione in Italia

A Milano il Paradiso del vintage e dell’antiquariato – Torna il “Mercatone” sui Navigli INFO Torna […]

leggi tutto...

23/02/2024 

Territorio

Continua la Milano Fashion Week “Come Parigi”: 100 mila presenti e i numeri continuano a crescere

Continua la Milano Fashion Week “Come Parigi”: 100 mila presenti e i numeri continuano a crescere […]

leggi tutto...

23/02/2024 

Territorio

Fedez- Ferragni, ora è davvero finita – Chiara contatta l’avvocato divorzista

Fedez- Ferragni, ora è davvero finita – Chiara contatta l’avvocato divorzista Dopo cinque anni di matrimonio […]

leggi tutto...

22/02/2024 

Fedez lascia Chiara Ferragni e la casa a City Life: la rottura

Fedez lascia Chiara Ferragni e la casa a City Life: la rottura La relazione tra Chiara […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy